• Spedizione gratuita da € 29

  • Consegna in 1-3 giorni

  • garanzia di rimborso 60 giorno

  • Consulenza gratuita
Stoicismo: cosa puoi imparare dall'antica filosofia di vita della Stoa

Stoicismo: cosa puoi imparare dall'antica filosofia di vita della Stoa

Tutti vogliono felicità, soddisfazione e più serenità nella vita di tutti i giorni, ma i fattori esterni spesso fanno sì che inevitabilmente perdiamo la calma. Cose su cui non abbiamo alcun controllo - o lo facciamo?


Soprattutto i top performer in tutti i settori come lo sport, la politica, gli affari e in pubblico dove il Stress e la pressione per eseguire è incredibilmente alta, affrontate questa antica filosofia. Con le sue opere "The Daily Stoic", "The Obstacle ist the Way" e "Ego is the Enemy", Ryan Holiday è riuscito a rendere la filosofia della Silicon Valley molto popolare tra gli imprenditori. Perché la filosofia della Stoa ha una grande influenza su di noi fino ad oggi? Perché dovremmo imparare dagli stoici per aumentare la qualità della vita e il potenziale di rendimento a un nuovo livello? Puoi scoprire tutto questo qui.

Im Biohacking si tratta di cercare sempre di ottenere il massimo e di ottenere il meglio da te stesso e dalla tua vita quotidiana. Troppo spesso ci vengono in mente fattori esterni che spesso ci rendono la vita difficile e ci mettono fuori strada. Spesso ci sentiamo impotenti e in balia, ma abbiamo davvero perso il controllo? La risposta è no!

Nella filosofia stoica, è stato riconosciuto fin dall'inizio che non abbiamo alcuna influenza su ciò che sta accadendo, ma che abbiamo un'influenza sul modo in cui vediamo queste cose.

Se, con una pratica sufficiente, siamo in grado di controllarci e non reagire con emozioni negative alle situazioni ma agire con logica e ragione, abbiamo il controllo e la libertà su noi stessi.

Se vuoi essere più soddisfatto, rilassato e concentrato nella vita di tutti i giorni, la filosofia della Stoa, chiamata anche stoicismo, potrebbe aiutarti. 

Stoa / Stoicismo: cos'è in realtà?

Probabilmente conosci l'espressione "stoico", che viene spesso tradotta come indifferente o priva di emozioni. Stoa è molto di più, tuttavia, il termine Stoa descrive una branca ellenistica della filosofia fondata ad Atene intorno al 300 aC ed esistita per più di 500 anni.

Stoa (greco στοὰ ποικίλη, "vestibolo colorato") può essere fatto risalire a una sala a colonne che si trovava sulla piazza del mercato di Atene, la cosiddetta agorà. Fu qui che Zenone di Kition iniziò la sua opera di filosofo ellenistico nel 300 a.C. Zenone di Kition - figlio di un ricco mercante, è considerato il fondatore della Stoa. Quando venne ad Atene ai suoi tempi, tuttavia, era tutt'altro che ricco. Era completamente indigente perché in precedenza aveva perso i suoi averi.

Per undici anni ha studiato numerose opere filosofiche, ha cercato il dialogo con altre persone nell'agorà e ha trasmesso le sue opinioni personali ad altri nella Stoa. I cosiddetti stoici - rappresentanti della stoica filosofia di vita - godono di grande rispetto fino ad oggi. Gli stoici romani, tra cui l'imperatore Marco Aurelio ei due filosofi Epiktet e Seneca, sono tra i rappresentanti più famosi della Stoa.

Inoltre, molti altri filosofi e politici, soprattutto Friedrich Nietzsche, René Decartes e Immanuel Kant, hanno saputo utilizzare per se stessi la filosofia di vita stoica. Anche nella terapia cognitivo comportamentale si possono ritrovare gli elementi della Stoa, come quelli praticati da Albert Ellis e ancora insegnati dai due psicoterapeuti Aaron T. Beck e Donald Meichenbaum.

Di conseguenza, lo Stoa non è mai stato dimenticato. Al contrario: anche oggi, in un periodo spesso stressante e frenetico, si è nuovamente consapevoli dell'importanza di questa millenaria filosofia di vita.

Stoico Marco Aurelio

Blooming With Stoa: Perché gli stoici sono diversi

Gli stoici lottano per la virtù e lo sviluppo permanente. Ma come fanno gli stoici ad essere effettivamente in armonia con se stessi e il loro ambiente su base quotidiana?

Oltre a sforzarsi di essere virtuosi e liberi, gli stoici hanno un obiettivo importante: l'Eudaimonía. Eudaimonía (εὐδαιμονία) significa condurre una vita costantemente felice e contenta che non conosce avidità, odio, rabbia e nessun materialismo.

Perché un'idea fondamentale è che le cose esterne e materiali non possono risolvere i conflitti interni o portare felicità nella vita.

È importante adattarsi al ritmo naturale dell'universo (oikeiō sis), che conosciamo anche, ad esempio, come ritmo circadiano o bioritmo.

Riconoscere che la realtà ha una sua dinamica e concentrarsi sulle cose, il cui esito può essere influenzato, mostra chiarezza. Allo stesso tempo, dovresti allontanarti da cose il cui risultato non puoi influenzare in questo momento. Più sei chiaro e concentrato, meglio puoi esibirti in un'ampia varietà di situazioni.

Per gli stoici, c'è un altro principio di base chiamato atarassia. Con atarassia si intende l'immagine ideale della calma. Descrive uno stato di calma per affrontare i problemi e i colpi del destino con più calma e calma, invece di essere tristi, arrabbiati, stressati o arrabbiati o addirittura svenire.

Ovviamente ci sono sempre momenti che possono colpirti particolarmente bene. Non puoi semplicemente disattivare le emozioni, ma con la pratica puoi nominare le emozioni e includerle nei tuoi processi di pensiero. In questo modo, spesso eviti conclusioni emotive che non sempre seguono la logica.

 

In che modo gli stoici raggiungono il loro obiettivo?

In generale, gli stoici si sforzano di essere virtuosi e liberi. Come i biohacker, vogliono continuare a svilupparsi, integrando quattro principi nelle loro vite che praticano ogni giorno. Questi includono:

1. Saggezza

Gli stoici credono che la percezione sia un'abilità importante che deve essere appresa. Spesso saltiamo a conclusioni o lasciamo che le nostre emozioni determinino le nostre azioni. Per questo motivo, gli stoici cercano di affrontare i problemi quotidiani e gli ostacoli della vita quotidiana con obiettività, calma e logica, piuttosto che reagire a ogni piccola cosa con stress, rabbia, paura o disagio.

Marco Aurelio, ex imperatore romano e importante rappresentante della Stoa, una volta disse: “È necessario molto poco per una vita felice; È tutto nel tuo modo di pensare ".

2. Coraggio

Un altro principio fondamentale degli stoici allora e di oggi è il coraggio. In tedesco, la parola coraggio è tradotta come "coraggio, coraggio e impavidità". Gli stoici interpretano il coraggio in modo simile. Vuoi trovare il coraggio nella vita di tutti i giorni per agire con chiarezza e prudenza e per agire secondo le tue convinzioni.

Lasciati convincere da prospettive alternative se sono logiche e non aver paura di esprimere la tua opinione.

3. temperamento

Gli stoici lottano per la libertà. Secondo la loro filosofia, tuttavia, le emozioni possono compromettere questa libertà. Perché chi reagisce emotivamente spesso non pensa in modo logico, il che aumenta la probabilità di un errore. È assolutamente importante distinguere dove la persona ha il controllo sullo stimolo esterno o meno. Gli stoici quindi praticano il controllo delle proprie emozioni. Soprattutto quando sono arrabbiati. Gli stoici hanno trovato il loro centro interiore e possono sempre reagire con calma e prudenza senza essere esuberanti o capricciosi. 

Se ti accorgi di essere arrabbiato per qualcosa, dovresti fermarti un attimo come uno stoico e ricordare Marco Aurelio, che una volta disse: “Possiedi sempre l'opzione di non avere opinioni. Non c'è mai bisogno di agitarsi o di turbare la tua anima about cose che non puoi controllare. Queste cose non chiedono di essere giudicate da te. Lasciali in pace. "

4. Giustizia

Gli stoici attribuiscono grande importanza alla giustizia, il che ovviamente non significa praticare la giustizia da vigilante. Al contrario: gli stoici trattano sempre le loro controparti come vorrebbero essere trattati loro stessi. In tal modo, non fanno nulla di male a nessuno, anche se sentono di essere stati trattati ingiustamente.

"La miglior vendetta è non essere come il tuo avversario." - Marco Aurelio.

Stoa for Biohackers: come diventare uno stoico

È vero, diventare uno stoico è un lavoro duro e perseveranza. Come biohacker, sai fin troppo bene che il duro lavoro e lo sforzo di essere sempre concentrato e dare il meglio ogni giorno possono ripagare. Ma cosa devi fare per diventare più calmo e più calmo e per integrare i principi di un vero stoico nella tua vita quotidiana?

Stoici e biohacker hanno una cosa in comune: perseguono l'autodeterminazione. Prima di tutto, devi decidere da solo cosa puoi e vuoi cambiare nella tua vita e se sei pronto per questo. Il cambiamento riguarda sempre il presente. Gli eventi futuri non sono influenzati perché non puoi ancora influenzarli. Ma ricorda che puoi fare i primi passi oggi che ti porteranno al tuo obiettivo in futuro.

Ad esempio, puoi iniziare ad allenarti oggi per raggiungere il tuo peso target in futuro.

La tua influenza sulla vita della tua anima è importante anche per la tua qualità di vita: la sensazione di essere presente dentro di te in questo momento. Puoi sicuramente influenzare questa sensazione.

“Non sono le cose che ci preoccupano, ma le opinioni che abbiamo delle cose”. - Epitteto

Ricorda: la vita è fugace. Invece di occuparti di cose che non puoi comunque influenzare o cambiare, che ti privano anche di molto tempo ed energia, dovresti sempre porsi un nuovo obiettivo. Che qualcosa sia buono o cattivo è sempre una questione di prospettiva, che come stoico (e ovviamente anche come biohacker) dovresti cambiare frequentemente. Pertanto, gli stoici cercano sempre di essere consapevoli degli effetti positivi e negativi di ogni situazione.

Ti diremo ora quali esercizi puoi imparare dagli stoici come biohacker.

In che modo esattamente uno stoico pratica la virtù?

1. Veloce e concentrati sull'essenziale

Nella sua diciottesima lettera, il filosofo romano Seneca diede un consiglio al poeta romano Lucilio: "Inserisci qualche giorno in cui puoi accontentarti del cibo più scarno e semplice, con abiti rozzi e ruvidi, e parla a te stesso: è quello che prima ? uno aveva paura? "

Il miglior esempio di come mettere in pratica la proposta di Seneca è il digiuno. Tuttavia, questo non significa solo rinunciare volontariamente al cibo. Digiunare può anche significare essere consapevoli dello smartphone e Social Media fare a meno e vivere in modo particolarmente frugale. Chi digiuna più spesso impara ad apprezzare di più le cose della vita quotidiana. Questo non include solo cibo, telefoni cellulari e automobili, ma diamo per scontati anche acqua, riscaldamento ed elettricità.

Più digiuni, più la paura di certe cose scomparirà perché potrai affrontare meglio situazioni sconosciute e senza precedenti. Per inciso, questo approccio è molto popolare in psicoterapia per trattare con successo i disturbi d'ansia.

2. Allena la tua percezione

"Mi sono sempre chiesto perché tutti si amano di più, ma apprezzano le opinioni dei loro vicini su se stessi più delle proprie." Marco Aurelio

Il fatto è: abbiamo innumerevoli pensieri che ci passano per la testa ogni giorno, a cui di solito prestiamo troppa attenzione. Il più delle volte trascuriamo il fatto che possiamo guardare a certe situazioni da diverse prospettive. È possibile che in passato gli stoici - come una volta Zenone di Kition - siano andati all'Agorà per trattare e studiare i pensieri degli altri.

Al contrario di allora, ora abbiamo così tante opzioni che possiamo sfruttare appieno con l'aiuto della tecnologia moderna. Non solo la televisione offre un'ampia scelta: in quanto stoici moderni, possiamo anche utilizzare Internet per raccogliere informazioni importanti per noi e per cercare di assumere prospettive diverse.

È importante essere consapevoli dei propri pensieri, sentimenti e opinioni. Solo in questo modo possiamo staccarci da loro e trarre conclusioni logiche.

3. Ricorda che tutto è fugace

“Alessandro Magno e i suoi mulattieri andarono entrambi nello stesso posto.” - Marco Aurelio

Renderci conto che la nostra vita è fugace ci aiuta a stabilire le priorità e concentrarci su ciò che è veramente importante. Potresti aver paura che gli anni passino e che stai invecchiando, ma queste paure possono aiutarti a essere concentrato, determinato e goderti la vita al massimo.

"Memento Mori - ricorda che morirai!" È una citazione del Medioevo che gli stoici potrebbero aver interiorizzato molto prima. Imparando a dissolvere le paure, a lasciare che le preoccupazioni e le paure scivolino via e ad essere molto più calmi, più calmi e più concentrati nella vita di tutti i giorni, non perdiamo più tempo a fare cose che fanno poco per contribuire a una vita felice. Perché: la rabbia, la rabbia e lo stress sono inutili tanto quanto gli scontri verbali o fisici con altre persone, i momenti brutti e stressanti sono altrettanto fugaci.

Anche meditazione, yoga, tecniche anti-stress, estratti naturali di piante e micronutrienti possono aiutarti nel tuo cammino.

Conclusione

Come i biohacker, gli stoici sono persone che si concentrano sull'essenziale invece di fare cose inutili. Da un lato, questo porta più calma e serenità nella vita di tutti i giorni e ti aiuta ad affinare la tua concentrazione per sfruttare il tuo potenziale di performance ottimale nei momenti stressanti e difficili non stancandoti di attività inutili. Gli stoici vedono il mondo in modo realistico e cercano di sbarazzarsi delle emozioni che possono distorcere questa percezione. Ricordando che la nostra vita è fugace ogni giorno, possiamo dare la priorità alle cose importanti e concentrarci anche sull'ottenere il massimo da noi stessi e dalle nostre vite in queste aree importanti della nostra vita.