• Spedizione gratuita da € 29

  • Consegna in 1-3 giorni

  • garanzia di rimborso 60 giorno

  • Consulenza gratuita
Cannabis: il rapporto tra CBD, THC e prestazioni atletiche

Cannabis: il rapporto tra CBD, THC e prestazioni atletiche

la Cannabis - Apprezzato da alcuni atleti agonistici, bandito dall'Agenzia Mondiale Antidoping. Ciò solleva naturalmente la questione se la cannabis sia davvero così pericolosa e se la pianta possa effettivamente aumentare le prestazioni. La cannabis è una sostanza dopante? Abbiamo la risposta alle tue domande!

 

Cos'è la cannabis?

Il termine più comune per la cannabis è Parti della pianta delle piante di canapa Cannabis Indica, Cannabis Sativa o incroci delle due. L'utilizzo della pianta per indurre uno stato di intossicazione attraverso effetti allucinogeni risale alla storia cinese. Oltre all'alcol, la cannabis è uno degli intossicanti più antichi e più utilizzati al mondo. In molti paesi ci sono manifestazioni per la legalizzazione del raccolto.

Le sostanze attive essenziali nella pianta di canapa sono i cannabinoidi

  • Tetraidrocannabinolo (THC),
  • Cannabinolo (CBN) e
  • cannabidiolo (CBD)

Cannabis: il rapporto tra CBD, THC e prestazioni atletiche

Sebbene il THC sia il principale responsabile dell'effetto inebriante ed è fumato dalla maggior parte dei consumatori e chiamato classicamente erba, Si ritiene che il CBD sia anti-ansia, antinfiammatorio, antispasmodico e un agente per la nausea. Il CBN agisce principalmente sulle cellule immunitarie.

In totale, la cannabis contiene oltre 400 sostanze diverse, di cui almeno 61 sono cannabinoidi. A seconda del tipo di canapa, la composizione di queste sostanze e quindi gli effetti della cannabis differiscono.

 

Effetto: che influenza ha il consumo di cannabis sul tuo corpo?

Alcuni ingredienti attivi della pianta di canapa possono legarsi ai recettori cannabinoidi CB1 e CB2 del corpo. Si inseriscono nel sito di legame dei recettori come una chiave in una serratura, innescando una successiva reazione nella cellula.

In questo modo, i principi attivi contenuti nella canapa imitano i partner leganti naturali dei recettori. In nessun caso si può concludere dal nome dei recettori che i cannabinoidi della pianta di canapa siano i principali attori naturali. Madre natura non ci ha dotato di recettori cannabinoidi perché dovremmo consumare hashish.

Cannabis: il rapporto tra CBD, THC e prestazioni atletiche

I ricercatori hanno scelto il nome solo perché hanno scoperto per la prima volta i recettori nella loro ricerca di come funziona la cannabis. I recettori CB1 e CB2 insieme formano il cosiddetto sistema endocannabinoide e questo funziona senza il consumo di cannabis.

Il sistema endocannabinoide è coinvolto nelle seguenti funzioni del corpo:

  • Locomozione
  • comportamento emotivo
  • Capacità di pensiero
  • Sistema cardiovascolare
  • Schmerz
  • mangiare

I partner leganti naturali di CB1 e CB2 sono, ad esempio, sostanze strutturalmente simili all'acido arachidonico e sono derivate o scomposte in acido arachidonico. L'anandamide è uno di questi cosiddetti ligandi naturali. Il corpo umano può produrre l'anandamide stesso. Ma è contenuto anche nel cacao, tra le altre cose. Forse un altro motivo per cui cioccolato e canapa vanno così bene insieme nei biscotti spaziali e nei brownies.

Cannabis: la relazione tra CBD, THC e prestazioni atletiche

Cannabis: come funziona il THC?

Il THC si lega al recettore dei cannabinoidi CB1. Poiché il recettore CB1 si trova preferibilmente nelle cellule nervose del cervello, è qui che il THC è principalmente attivo. Oltre al suo effetto inebriante, si dice che il THC comprometta la memoria a breve termine, il processo decisionale e la velocità di reazione.

Il modo in cui funziona il THC dipende dalla dose e talvolta si contraddice a vicenda. A basse dosi ha un effetto sedativo, a dosi più elevate è eccitante. L'uso regolare di cannabis riduce il numero di recettori CB1 e rende meno sensibili quelli che sono ancora lì. Più regolarmente consumi cannabis, meno è efficace.

Cannabis: la relazione tra CBD, THC e prestazioni atletiche

Come funziona il CBN?

Il CBN si inserisce strutturalmente nei siti di legame del recettore CB2. Le cellule immunitarie e le cellule di formazione e degradazione ossea sono i portatori più comuni dei recettori CB2. Di conseguenza, il CBN ha un effetto minore sul cervello e invece colpisce il sistema immunitario e le ossa.

 

Come funziona il CBD?

Il CBD non agisce direttamente tramite i recettori dei cannabinoidi, ma indirettamente sul metabolismo, sul sistema immunitario e su alcuni segnali neuronali e ormonali. Gli scienziati stanno ancora studiando come funziona l'esatto meccanismo funzionale. I ricercatori concordano sul fatto che il CBD può influenzare gli effetti del THC.

Le proprietà prevalentemente positive - come gli effetti anti-ansia, antinfiammatori, antispasmodici e anti-nausea - rendono Il CBD è molto interessante per le applicazioni mediche e per gli atleti, ad esempio per sbarazzarsi di tensioni o dolori muscolari più velocemente. Il classico stato di intossicazione, come si verifica quando si consuma marijuana, non si verifica durante l'assunzione di CBD. Per questo motivo, come farmaco naturale, il CBD può essere di grande importanza, soprattutto per i pazienti e gli atleti. Più comunemente, il CBD viene miscelato con olio di canapa e venduto come olio di CBD. Il contenuto di principio attivo varia da prodotto a prodotto.

 




Quando la cannabis aiuta e quando la cannabis danneggia le tue prestazioni?

L'effetto della cannabis sulle prestazioni dipende dal tipo di corpo. M.Alcuni atleti lo prendono come una droga naturale per motivarsi e ridurre la soglia del dolore, mentre altri tendono a prenderlo attraverso la cannabis Motivazione manca.

In ogni caso, il modo in cui viene consumata la cannabis gioca un ruolo importante. In realtà, tutti dovrebbero saperlo qualsiasi forma di fumare erba non è una buona idea per la salute è. Soprattutto non per migliorare le prestazioni atletiche. Quando si fuma hashish o marijuana, predominano gli effetti negativi del fumo sui polmoni e sulle vie respiratorie.

Non importa se puro o misto a tabacco. La combustione di prodotti a base di cannabis crea anche numerose sostanze cancerogene. Vaporizzare cannabis o mangiarla sotto forma di biscotti sono senza dubbio le opzioni più salutari sotto tutti gli aspetti.

Ma non devi sempre fumare la pianta di canapa per avere un effetto. La cannabis viene anche utilizzata sotto forma di proteine ​​di canapa per fornire proteine ​​ai muscoli, o sotto forma di olio come olio di cannabis, dove può essere consumata per via orale o per la cura della pelle o il rilassamento muscolare nelle creme.

Cannabis: la relazione tra CBD, THC e prestazioni atletiche

Dosaggio di cannabis: che ruolo gioca la quantità?

La dose di THC e CBD è uno dei fattori decisivi per l'effetto sulle prestazioni. Il consumo di piccole quantità di THC ha un effetto calmante, rilassante e ansiolitico. Con un dosaggio più alto di THC, invece, predomina l'eccitazione, che può portare a stati psicotici. Sia gli effetti rilassanti che quelli eccitanti durano più a lungo dello stato di intossicazione.

È anche importante sapere che, a seconda di come viene fornita la cannabis, un diverso numero di cannabinoidi entrano nel sangue. Quando si fuma marijuana, circa il 20% del THC che contiene passa nel sangue. Nel caso dell'ingestione di hashish, è solo del 6% circa.

La quantità di THC e CBD che alla fine finiscono nel sangue dipende anche dal prodotto a base di cannabis utilizzato. La marijuana, le infiorescenze femminili essiccate e non fecondate, contiene meno THC dell'hashish estratto dalle infiorescenze. L'olio di hashish viene talvolta definito THC quasi puro. Tuttavia, ci sono anche differenze molto grandi nel contenuto di THC dell'olio di hashish.

Inoltre, ci sono differenze significative tra i vari tipi di canapa e il loro contenuto di THC e CBD. La canapa indiana (Cannabis indica) ha un rapporto tra CBD e THC più elevato rispetto, ad esempio, alla canapa comune (Cannabis sativa). Di conseguenza, la canapa indiana ha un effetto più calmante rispetto ai discendenti di altre specie.

Cannabis: la relazione tra CBD, THC e prestazioni atletiche

In che modo la cannabis può migliorare le tue prestazioni atletiche?

Si ritiene che gli effetti rilassanti, antidolorifici e ansiosi della cannabis siano le ragioni più probabili per il miglioramento delle prestazioni. Funzionano in modo più indiretto attraverso la resistenza, la tolleranza al rischio e il Rigenerazione. Non è ancora chiaro se la cannabis abbia proprietà di miglioramento delle prestazioni ancora più dirette.

L'uso dei cannabinoidi è bandito come doping dall'Agenzia mondiale antidoping per gli atleti professionisti in competizione. L'Agenzia mondiale antidoping non assume un effetto di miglioramento delle prestazioni, ma vede la maggiore disponibilità a correre rischi attraverso la cannabis come un problema per gli atleti.

Cannabis: la relazione tra CBD, THC e prestazioni atletiche

Cosa dicono gli studi scientifici sul miglioramento delle prestazioni della cannabis?

Ci sono solo pochi studi approfonditi che esaminano gli effetti della cannabis sulle prestazioni umane. La maggior parte dei dati proviene da esperimenti su animali o da rapporti sull'esperienza di atleti consumatori di cannabis. A questo proposito, i risultati dovrebbero essere trattati con cautela.

Esiste un ampio consenso sugli effetti antidolorifici della cannabis. Ciò consente agli atleti di spingere i propri limiti e resistere più a lungo. Si dice che anche l'indiscussa proprietà anti-ansia della cannabis aiuti gli atleti professionisti a ottenere prestazioni migliori sotto pressione.1

Gli effetti calmanti e rilassanti della cannabis aiutano la rigenerazione. Particolarmente Si dice che il CBD fornisca un migliore rilassamento muscolare dopo l'allenamento, aiuti con lo stress e abbia proprietà antidepressive. L'equilibrio generale e il buon umore prodotti dal CBD possono avere un effetto positivo sulle tue prestazioni e un buon sonno notturno.

Uno studio più ampio è giunto alla conclusione che molti atleti usano la cannabis per migliorare le proprie prestazioni sportive proprio a causa delle sue proprietà rilassanti. Maggiore è il livello di competizione, maggiore è la quantità di cannabis utilizzata dagli atleti.2

Cannabis: la relazione tra CBD, THC e prestazioni atletiche

Altri atleti riferiscono che la cannabis li rende più facili da prendere decisioni e più creativi. Una maggiore fiducia in se stessi, una maggiore perseveranza e l'euforia causata dalla cannabis potrebbero anche migliorare le prestazioni atletiche.3

Inoltre, gli scienziati sospettano che la cannabis dilati i bronchi e possa quindi avere un effetto di promozione della circolazione sanguigna.3, 4 Di conseguenza, un migliore apporto di ossigeno ai muscoli potrebbe aumentare le prestazioni nello sport.

Alcuni ricercatori vogliono dare un'occhiata più da vicino agli effetti positivi della cannabis sulle prestazioni cognitive. Secondo loro, dosi moderate di cannabis potrebbero aiutare gli atleti di resistenza a concentrarsi meglio durante l'allenamento o le competizioni e migliorare le loro prestazioni nelle sfide atletiche che richiedono maggiore concentrazione.5, 6

Cannabis: la relazione tra CBD, THC e prestazioni atletiche

Quali sono gli svantaggi dell'uso della cannabis sulla tua performance?

L'aumento del consumo di cannabis può causare fame e sete, il che non è esattamente favorevole all'esercizio. La perdita di grasso in particolare è difficile con la cannabis e i morsi della fame. Ma la cannabis può anche influenzare le tue funzioni cognitive e la tua coordinazione motoria, quindi le massime prestazioni sono fuori discussione.

Per quanto riguarda gli svantaggi del consumo di cannabis, tuttavia, la situazione dello studio difficilmente sembra migliore dei vantaggi. Ad esempio, uno studio con i piloti ha dimostrato che hanno commesso molti più errori dopo aver fumato marijuana.7 Un altro studio ha rilevato un tempo di reazione ridotto, una scarsa coordinazione occhio-mano e una ridotta percezione della cannabis.8 Un altro studio ha suggerito una riduzione delle prestazioni cognitive a causa della cannabis. Gli scienziati hanno notato uno spostamento del flusso sanguigno in altre regioni del cervello. Sospettano che le prestazioni cognitive diminuiscano a favore degli effetti inebrianti e di miglioramento dell'umore.5

I risultati a volte contraddittori sui vantaggi e gli svantaggi del consumo di cannabis suggeriscono che l'ambito dello studio è limitato. I diversi effetti di CBD e THC e il dosaggio incoerente rendono ancora più difficile giungere a una conclusione chiara.

Cannabis: la relazione tra CBD, THC e prestazioni atletiche

Inoltre, ci sono possibili effetti collaterali dannosi che influenzano tutto il consumo di cannabis. È ovvio che il consumo di cannabis e tabacco aumenta il rischio di cancro ai polmoni. Tuttavia, gli effetti allucinogeni possono causare psicosi indotta da farmaci negli utenti. I disturbi di panico e ansia possono anche essere esacerbati con l'uso di cannabis, anche se alcuni consumatori di cannabis cercano di curare la loro ansia o panico su se stessi.

Questi sintomi possono verificarsi con sintomi di astinenza:

  • disturbi del sonno
  • agitazione
  • diminuzione dell'appetito
  • umore depressivo
  • Nervosismo o ansia
  • irritabilità
  • sintomi fisici o reclami

 

In che modo la cannabis influisce sulla costruzione muscolare?

Sicuramente hai sentito prima che la cannabis rende difficile costruire muscoli. Tuttavia, se questo è vero non è stato affatto dimostrato. Ci sono solo pochi studi che lo suggeriscono.9, 10 Inoltre, la dose di THC è irrealisticamente alta o l'affermazione non è stata ancora studiata negli esseri umani. Inoltre, i ricercatori hanno ignorato il CBD, che ha effetti completamente diversi sul corpo rispetto al THC.

In uno studio medico più ampio con volontari umani, la concentrazione dell'ormone dello stress cortisolo è aumentata dopo l'assunzione di THC.11

L'aumento del cortisolo nel sangue è stato maggiore in coloro che normalmente non consumano THC. Il consumo regolare di cannabis, d'altra parte, non ha causato un aumento del cortisolo.

Cannabis: la relazione tra CBD, THC e prestazioni atletiche

Tuttavia, questo effetto è meno utile per migliorare le prestazioni atletiche. Infine, il cortisolo promuove la disgregazione muscolare, per non parlare degli altri effetti negativi dell'ormone dello stress. Tuttavia, in questo studio, i ricercatori hanno somministrato il THC per via endovenosa. Lo studio inoltre non tiene conto dell'interazione con altri cannabinoidi, come il CBD.

L'effetto migliore per la costruzione muscolare si ottiene ovviamente consumando proteine ​​della canapa, poiché non vi è intossicazione ma il corpo riceve proteine ​​e importanti nutrienti.

 

Conclusione: la cannabis è consigliata per migliorare le prestazioni?

In definitiva, sembra essere molto individuale quando la cannabis può e non può migliorare le prestazioni. Ogni atleta potrebbe dover trovare la propria dose e il proprio rapporto CBD e THC per ottenere il massimo da se stesso. Sfortunatamente, non è nemmeno certo che un tale autoesperimento, probabilmente associato a molti contrattempi, valga davvero la pena.

Tuttavia, chiunque abbia già acquisito esperienza potrebbe trarre vantaggio dalla cannabis. In nessun caso è consigliabile utilizzare cannabis non provata prima dell'attività fisica che richiede la tua completa attenzione e abilità. Qualunque cosa tu faccia, presta sempre attenzione alla tua sensazione di corpo e i segnali!

Cannabis: la relazione tra CBD, THC e prestazioni atletiche

 

[1] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3717337/

[2] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16022934/

[3] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3717337/

[4] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/656294

[5] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11117500

[6] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8667569/

[7] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1267035

[8] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16799094

[9] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19648913

[10] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1270583

[11] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19083209